bookmark bookmark
ADBlues On novembre - 27 - 2005
Share/Condividi

L’iMac è indubbiamente un oggetto molto bello da vedere ma è stato anche criticato da molti per alcune sue pecche; una di queste riguarda la scarsezza di memoria RAM.
Il computer in questione infatti veniva proposto da Apple, in configurazione “base” su tutti i modelli, con “appena” 256Mb di RAM, quantità che, soprattutto con l’arrivo di Tiger sui nostri dischi rigidi, fa sorridere i più (adesso i nuovi modelli sono equipaggiati con 512 Mb, che però a mio modesto parere sono ancora pochini).

Ovviamente è possibile ordinare le macchine in versione BTO ed aggiungere il quantitativo di RAM desiderato (opzione che però non è certo a buon mercato).
Occorre però dare credito agli ingegneri della Apple di avere disegnato l’iMac in modo che anche gli utenti meno smaliziati fossero in grado di provvedere facilmente alla sostituzione di molti dei componenti interni senza la necessità dell’intervento di tecnici specializzati.
I componenti che è possibile sostituire in modalità “fai-da-te” sono: la memoria RAM, la scheda Airport Extreme, il disco rigido, il masterizzatore, l’alimentatore, la scheda madre (che Apple chiama “midplane”) ed il display LCD.
Se non ci credete, la lista completa si può trovare sul sito Apple (in Inglese) all’indirizzo: http://docs.info.apple.com/article.html?artnum=86812.

In questo tutorial, vedremo come aprire, senza fare danni, un iMac G5 (il modello da 20′, ma la procedura è la stessa anche per il 17′), come installare 1Gb di RAM al posto dei 256Mb originali e (visto che ci siamo) come installare una scheda Airport Extreme.

Per aprire l’iMac occorre munirsi di un cacciavite Phillips (Fig.1), ma anche un volgarissimo cacciavite “a stella” di dimensioni adeguate andrà benissimo.


Fig. 1

Prima di tutto stacchiamo il computer da qualsiasi cavo (tastiera e mouse, rete, eventuali periferiche USB e\o Firewire e naturalmente dall’alimentazione elettrica.
Predisponiamo un’area di lavoro sgombra che sia grande almeno come lo schermo dell’iMac ed appoggiamoci sopra un panno morbido, possibilmente di cotone per evitare l’accumulo di elettricità statica, che servirà per appoggiarci l’iMac.
Tenete conto che avrete anche la necessità di una altro piano sgombro dove appoggiare il coperchio posteriore una volta che l’avrete rimosso.

Voltiamo l’iMac sottosopra ed appoggiamolo, con lo schermo LCD rivolto verso il basso, sul piano di lavoro coperto dal panno, in modo che il piede d’appoggio sia rivolto verso di noi (Fig.2).


Fig. 2

Per rimuovere il coperchio posteriore ed avere accesso all’interno del computer, occorre svitare tre viti che si trovano alla base dello schermo, una a destra, una a sinistra ed una al centro in corrispondenza del piede d’appoggio, come mostrato nelle figure (Fig.3, 4 e 5).


Fig. 3

Fig. 4

Fig. 5

Le viti sono costruite in modo da restare prigioniere delle loro sedi una volta svitate completamente, quindi è virtualmente impossibile perderle. Raccomando però di non forzare assolutamente le viti stesse non appena svitandole, si avvertirà una resistenza; quello sarà il segnale che le viti sono completamente allentate e che il coperchio è pronto per la rimozione.

Afferrare quindi il piede centrale ed alzare il coperchio compiendo un movimento come per aprire una valigia; il coperchio è imperniato sul lato opposto a quello delle viti, è necessario quindi prima alzare il coperchio e poi sfilarlo (Fig.6).


Fig. 6

Non vi sono né cavetti né altri fermi attaccati al coperchio, è quindi possibile rimuoverlo completamente ed appoggiarlo nello spazio che avrete predisposto in precedenza.

La prima cosa che salta all’occhio appena aperto il computer è la “carenatura” del processore G5 ed il suo vistoso dissipatore termico in rame (Fig.7).


Fig. 7

Adesso occorre guardare nell’angolo in basso a destra e localizzare gli alloggiamenti dei moduli DIMM della RAM.
Uno zoccolo risulterà impegnato dal modulo originale da 256Mb mentre l’altro risulterà libero.

Per sfruttare il bus di sistema a pieno clock dell’iMac G5, occorre installare i nuovi banchi di memoria a coppie il più possibili identiche.
In questo esempio installeremo due moduli DIMM PC2600 da 512Mb per arrivare a 1Gb totale di RAM mantenendo il bus di sistema a 600MHz.
Se non trovate moduli di memoria con le specifiche PC2600, andranno benissimo anche quelli PC3200; la cosa importante è che siano identici tra di loro.

Per prima cosa tocchiamo qualcosa di metallico e collegato a terra (un termosifone andrà benissimo) per scaricare l’eventuale elettricità statica che potrebbe danneggiare i moduli di memoria e pure il computer, dopodiché, per tutta la durata dell’operazione, evitate di andare a giro per la stanza e di toccare altri componenti all’interno del case.

Agendo sulle due levette nere alle due estremità dello zoccolo (sembrano dei gancini che trattengono il modulo in posizione), liberare il modulo originale dal suo alloggiamento e rimuoverlo, le due levette agiranno da “estrattori” mentre le muoverete verso l’esterno, notate che è normale che dobbiate applicare una discreta forza sulle levette (Fig. 8).


Fig. 8

A questo punto i due zoccoli sono liberi e potrete installare i vostri due nuovi moduli.
Mi raccomando di non toccare mai i contatti dorati dei moduli DIMM, il sudore ed il grasso presente sulle nostre dita potrebbe causarne una ossidazione prematura e, di conseguenza, il malfunzionamento.

La procedura da seguire è questa (eseguitela su un modulo alla volta iniziando dallo zoccolo più vicino al bordo esterno della scatola):
1)allineate la tacca presente sul connettore a pettine dei moduli con il corrispondente “dente” presente dentro il connettore (Fig. 9)


Fig. 9

2)appoggiate il modulo al connettore seguendone l’inclinazione
3)aiutandovi con entrambi i pollici appoggiati sul bordo superiore del modulo, applicare una pressione uniforme sul bordo del modulo per inserirlo nel connettore.
4)Il modulo sarà completamente inserito quando le due levette nere poste alle due estremità saranno scattate ed i loro gancini saranno entrati nelle tacche dei moduli (Fig. 10)


Fig. 10

5)ripetete la procedura per l’altro modulo.

ATTENZIONE: non occorre la forza dell’incredibile Hulk per inserire i moduli, se vi accorgete di dovere applicare troppa forza, interrompete l’operazione, rimuovete il modulo ed iniziate da capo, verificando l’allineamento della tacca sul modulo con il dente nello zoccolo.

A questo punto il nostro amato iMac avrà la RAM che si merita.

Passiamo adesso alla scheda Airport Extreme.

Anche questa operazione è estremamente semplice, in pratica si tratta di inserire la scheda nell’apposito slot e collegarla all’antenna che è già predisposta all’interno del Mac.

Lo slot per la scheda Airport Extreme si trova sulla sinistra della piastra madre a fianco dei connettori audio, USB e Firewire, ed è di colore grigio, il piccolo connettore mini-SMA dell’antenna è incastrato in un apposito forellino alla base della slitta dello slot (Fig.11).


Fig. 11

Per prima cosa occorre liberare il cavetto dell’antenna semplicemente afferrando la linguetta di plastica trasparente; ancora una volta mi raccomando di non toccare la parte cilindrica del connettore che è sì placcata d’oro ma che potrebbe in seguito ossidarsi a causa del sudore e del grasso presente sui nostri polpastrelli (Fig. 12).


Fig. 12

Rimuoviamo la scheda Airport Extreme dalla sua confezione (ricordate che è materiale molto sensibile alle scariche elettrostatiche).

Posizioniamo la scheda a faccia in basso (devono essere visibili i codici barre presenti sul retro) ed inseriamola dolcemente dalla parte del connettore nello slot mantenendola leggermente inclinata, quando sarà completamente inserita, verrà bloccata in posizione da due piccole sporgenze poste sulla base dello slot (visibili in Figura 11 e nella Figura 12).

Adesso inizia la parte più delicata: afferrando il connettore dell’antenna per la linguetta di plastica, inserire la parte cilindrica del connettore nell’apposito forellino presente sulla scheda Airport Extreme sul bordo inferiore a destra.
Fate attenzione ad inserire COMPLETAMENTE il connettore, la parte squadrata deve essere il più possibile a contatto del bordo inferiore della scheda (Fig. 13).


Fig. 13

Ripeto questo perché un connettore non completamente inserito può causare il malfunzionamento della scheda, un link wireless instabile ma anche danneggiare irrimediabilmente la scheda, questo anche se in un primo tempo la scheda sembri funzionare più o meno bene.

A questo punto è tempo di richiudere il Mac e di testarne il funzionamento.

Per richiuderlo, occorre afferrare il coperchio per il piede ed ripetere all’inverso i gesti che ci hanno permesso di aprirlo, ossia, occorre fare combaciare le linguette poste sul bordo superiore della scatola (Fig. 14) con i corrispondenti occhielli presenti sul coperchio (Fig. 15) e poi abbassarlo fino a richiuderlo completamente, quindi serrare di nuovo le tre viti (Figg. 3, 4 e 5) senza stringerle troppo.


Fig. 14

Fig. 15

Per verificare se l’aggiornamento è andato a buon fine, occorre ricollegare il nostro iMac ed accenderlo; se ci saluta con il consueto “boing” è già un buon segno.
Ad avvio avvenuto, basterà scegliere dal menu Mela la voce “informazioni su questo Mac” e verificare che la schermata riporti il corretto quantitativo di memoria RAM.

Il simbolo Airport sulla barra in alto a sinistra dello schermo ci dirà poi se la scheda Airport Extreme è stata correttamente riconosciuta dal sistema.

A questo punto il nostro Mac è pronto per godere della sua nuova vita !

Categorie: hardware, osX
  • Franco S. Pascale

    Complimenti, molto semplice ed efficace. Sarebbe possibile avere qualcosa di simile per i nuovi imac g5? Per capirci come si fa con gli imac con iSight? Grazie.

    Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0

  • Renello

    Mitica guida, segnata subito tra i miei bookmarks!! ^_^

    Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0

  • Andrea

    Ciao come mai non riesco a vedere le foto ?

    Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0

  • Andrea

    Ciao come mai non riesco a vedere le foto ?

    Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0

  • Giocap50

    2GB DDR2 RAM Speicher 533Mhz PC2-4200 für Apple iMac G5 (360253238944)Posso utilizzare questa ram per il MAC G5 ???

    Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0