bookmark bookmark
Olivs On marzo - 14 - 2012
Share/Condividi
E’ passato circa un anno dal momento in cui si è cominciato a parlare di iCloud, ed è ormai evidente che il suo obiettivo è quello di integrare e rimpiazzare i diversi servizi che Apple sta offrendo. Il vantaggio principale e innegabile di questo sistema è che il Mac o lo user iOS avrà a disposizione un’interfaccia integrata, anche se questo comporta la perdita di alcune loro caratteristiche.
Vediamo un esempio su tutti, iWork. E’ perfettamente integrato con iCloud nella app per la versione iOS, ma, non c’è nulla per il Mac. Tutti i documenti vanno trasformati manualmente e questo è davvero una discreta rottura di scatole. Prima dell’uscita di iCloud esisteva un altro servizio di condivisione, iWork.com che permetteva di condividere online i documenti attraverso una feature integrata dello stesso iWork.
Era noto comunque che iCloud sarebbe andato a rimpiazzare MobileMe e ora anche Work.com. Il servizo verrà sospeso a partire dal 31 luglio del 2012, un mese dopo MobileMe. Anche se il servizio è ancora lontano dalla perfezione,  è infatti ancora una Beta, i diversi servizi non sono ancora previsti per il Mac. Possiamo quindi sperare che Apple abbia pianificato una vera e propria soluzione per i servizi di iWork, come per esempio le modifiche online, già implementate sia da Windows che da Google.
Categorie: recensioni
  • http://twitter.com/snazzo Federico Saggini

    iPROOT

    Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0