bookmark bookmark
Olivs On aprile - 11 - 2013
Share/Condividi

Finalmente un po’ di primavera è arrivata. Il 10 aprile erano previsti quasi 20 gradi, ma più che altro il sole ha spinto diversi ciclisti sulle salite locali. Personalmente ho optato per salire sul Passo del Cuvignone e quindi fare anche l’alpe San Michele, giusto per vedere la mia condizione in salita. Eravamo in due, e siamo partiti subito dopo pranzo, nella speranza di avere temperature miti. Le temperature sono rimaste piuttosto fresche per tutto il giro, ma non importa…
Nella prima salita, nonostante sia stata affrontata abbastanza tranquillamente, le gambe andavano bene, ma il cuore era piuttosto alto. Ogni volta che provavo a stare in piedi erano fuori giri davvero esagerati, ho letto pure 190 pulsazioni, senza capirne il motivo, visto che le gambe non si piantavano. Poi sul tratto più duro, gli ultimi tre chilometri ho realizzato uno dei motivi… Il pranzo non è stato dei più azzeccati e ballava felicemente la rumba nella panza dando non poco fastidio. Nella seconda salita invece, la digestione si è un po’ calmata e infatti le pulsazioni sono tornate molto più umane e mi hanno permesso di salire sempre piuttosto duro, per fare lavorare le gambe.
Infine in fase di rientro abbiamo spinto alternandoci visto che c’era un fastidiossimo vento contro, ma soprattutto faceva ancora abbastanza fresco. Per i più maniaci i dati del Garmin:

Categorie: bicicletta