bookmark bookmark
Olivs On maggio - 29 - 2013
Share/Condividi

Sembra di essere invecchiati di colpo, e di essere diventati inglesi. O meglio Londinesi in qualche sala di attesa, che per ingannare il tempo parlano del meteo.
Ma in effetti siamo a fine Maggio e a casa i riscaldamenti sono ancora accesi, poco ma vanno, sì perché fa un freddo cane. Sarà pure che abito in provincia di Varese, ma un freddo così fetente non lo si è mai visto. Un mese fa ho pure fatto l’orto, le piantine se son cresciute di 5 cm è tanto, in compenso con questa acqua, il prato cresce a schifio, quindi una volta a settimana va tagliato.

Quando usciamo in bici sembriamo a carnevale, c’è chi è in estivo completo, chi con le braghe corte ma il windstopper sopra, chi il contrario, insomma una cozzaglia di roba tutta insieme. Io personalmente opto sempre per il corto e al massimo mi metto la mantellina, preferisco un po’ di freddo all’inizio e non crepare di caldo, quando va bene ovvio, se va male, si battono i denti fino a casa.

Comunque, maggio oramai è al termine, in cascina sono riuscito a mettere mille chilometri, e non so manco come ho fatto. La gamba è discreta, anche se sempre un po’ pigra in salita. In pianura viaggia bene,  pure oggi quando ho deciso di aumentare, nonostante un discreto fastidio al ginocchio, infiammato per gli esercizi fatti sul Mottarone domenica, arrivo senza problemi a velocità che negli anni scorsi mi sognavo di tenere. Ma se le temperature non aumentano è davvero difficile pensare anche di fare salitone importanti, si finisce sempre con la neve tra le palle!

VOGLIAMO IL SOLE E IL CALDO!

Se non piove si battono i denti e ora basta. La settimana prossima comincia il mese di giugno, e magari lasciare la mantellina a casa sarebbe già un traguardo…
In programma abbiamo, Il prologo Giovanni Lombardi, qualcuno farà la Milano – Sanremo, non io che non ho tutto quel fondo, poi il Trittico Alpino Ticinese, meteo permettendo e infine la Maratona! Insomma un gran bel pacchetto di appuntamenti ma tutti ahimé vincolati alle condizioni meteo, che se continuano con questa infausta instabilità porteranno più mal di gola che chilometri.

Categorie: bicicletta